Steadycam

November 17th, 2007 | Categories: gadget vari, video | Tags:

Per chi, come me, piace filmare, credo che una steadycam sia una vera phigata.

La steadycam, per chi non lo sapesse, è un sistema di bilanciamento per telecamere che permette delle riprese fluide e dinamiche a un operatore anche in movimento. In pratica, se avete mai provato a camminare con la telecamera in mano, mentre filmate, avrete notato come la serie di immagini che ne risulta sembrano fatte da un cammello in corsa: una steadycam permette di risolvere questo problema.

Purtroppo questo genere di apparati, sono di solito riservati ai professionisti del cinema o della televisione e hanno costi assolutamente non abbordabili per gli amatori.

Ma negli ultimissimi anni, sono nati tutta una serie di prodotti consumer tipo steadycam e si trovano facilmente su internet addirittura delle video istruzioni su come costruirsene una fai da te, spendendo 5-10 euro soltanto.

Ovviamente, questo tipo di steadycam sono ben lontane come qualità da quelle professionali, ma la tentazione di averne una e poter finalmente effettuare qualche ripresa alla “Shining” ha fatto si che me ne sono comprata una.

Non ho optato per la soluzione fai da te, in quanto sono una schiappa in tal senso e mi sono preso una economica steadycam prodotta da Calicocam: la fx-pro 1810, che si trova facilmente in vendita su ebay.

Le mie aspettative, sinceramente, non erano alte: troppo economica per dare effettivamente dei buoni risultati. Il video di test, a dire il vero, presente su youtube, faceva ben sperare, ma è stato fatto dal produttore stesso, per cui …

Mi ero quasi convinto di aver preso una fregatura, quando dalle prime prove di filmati in “camminata”, non risultava alcun miglioramento neanche minimo, anzi.

In realtà, la steadycam non è altro che un bilanciatore, percui finché non si è ottenuto un buon bilanciamento è impossibile vedere dei risultati.

Ci ho messo quasi una settimana, devo dire la verità; non è stato facile, ma dopo aver fatto diverse prove di bilanciamento, aver visto che anche spostamenti millimetrici potevano avere effetti consistenti, dopo aver filmato ore e ore, sono riuscito anche grazie all’aiuto del produttore, a mettere la telecamera sulla steadycam in bilanciamento sopra un lato del tavolo.

A quel punto la telecamera era in grado di rimanere in equilibrio da sola sopra il tavolo e ad ogni tentativo di spostarla, faceva si che la telecamera, grazie alla steadycam, ritornasse dolcemente alla sua posizione di equilibrio.

Ottenuto questo bilanciamento me ne sono andato in giro con la mia telecamera a riprendere l’impossibile in movimento :-) . I risultati sono egregi, per il costo decisamente contenuto. Ovviamente una ripresa fatta al cinema, con steadycam da 40 mila euro, è una bella differenza, ma lo è anche il prezzo.

I movimenti laterali sono quelli che meno vengono assorbiti, mentre i verticali fanno buon gioco.

Insomma, un po’ difficile da prenderci la mano, ma i risultati sono ottimi comunque. Ovviamente è consigliato avere lo zoom al minimo e anzi, un mini grandangolo aiuta a stabilizzare le immagini.

Buon divertimento!

  1. January 17th, 2010 at 16:03
    Reply | Quote | #1

    Ciao
    conosco la Calicocam…bell’attrezzo!
    Io ho lanciato da poco il mio sistema…leggermente diverso dal loro, nonché da Merlin e B-Hague.

    I risultati si possono vedere qui:

    http://www.sturdyshots.com

    Critiche e commenti sono sempre ben accetti!
    Jacopo

TOP