Wall sticker o luci (parte seconda)?

January 8th, 2008 | Categories: Casalinghi | Tags: , , , , ,

Poco tempo fa avevo segnalato il lavoro di Jonas Samson su dei magnifici wall sticker che avevano la caratteristica di essere anche delle luci.

Ho chiesto tempo fa dei chiarimenti direttamente a Jonas Samson, per meglio capire il loro funzionamento e ieri mi ha gentilmente risposto.

Mi ha confermato che si tratta di normale carta usata per i classici wall paper, combinata con del materiale elettroluminescente che gli permette di emettere luce al passaggio di corrente elettrica, a voltaggio e frequenza specifici.

La grandezza massima disponibile è di 300cm per 150cm e ogni wall paper è fatto su richiesta del cliente, percui il costo non può essere certamente contenuto. Il prezzo viene determinato in base alla complessità del disegno, dalla sua grandezza e dalla grandezza dell’area luminosa.

Viene fornito con uno speciale dispositivo per connetterlo ad una normale presa di corrente, e l’adesivo posto nella parte posteriore della carta permette di attaccarlo alla parete o una normale superficie plastica.

Trovo l’idea di questo designer, assolutamente splendida.

The idea of the wallpaper came to mind with the realization that with new
technical advances and lightning possibilities a light source can be reduced
to a surface.
” – dice Jonas – “Traditionally a lamp shade is always designed around the light
source, creating 3dimensional object. The new light source can be that thin
that the thickness is negligible.

La luminosità, il fatto di essere piatta e sottile, la possibilità di manipolarla come carta, permette di creare soluzioni infinite
e in grado di colpire la sensibilità di ogni persona in modi sempre diversi e particolari.

L’idea, per esempio, dell’albero che pian piano si illumina creando un effetto “crescita”, è solo uno degli esempi di cosa si può fare con la flessibilità di questa soluzione. In realtà, le foto non rendono giustizia: come mi conferma Jonas, la “crescita” dell’albero avviene in 30 passi, con un effetto decisamente particolare.

Il design, come già detto, è di Jonas Samson, ma il progetto ha avuto il supporto della ditta Elumin8, che mi è stato chiesto esplicitamente di citare, dato il loro contributo, ma di cui consiglio anche di visitare il sito dato che fornisco soluzioni estremamente particolari e interessanti in tema di emissioni luminose.

No comments yet.
TOP